Petrolio troppo basso, ecco perché le azioni soffrono

petrolio3214442

Un petrolio quotato così poco è un bene o un male per gli investimenti e l’economia? La risposta è, invero, piuttosto difficile da formulare. Se infatti chi produce petrolio ha gravi problemi dal calo delle sue quotazioni in termini di mancati ricavi, è anche vero che – almeno sul breve termine – chi lo importa ha solo da guadagnare, in primis grazie a una bolletta energetica meno pesante. Continue reading

Nuova svalutazione per lo yuan, ora ai minimi dal 2011

oscillatori forex

La Banca centrale cinese ha ulteriormente svalutato lo yuan, proseguendo in una strategia che dovrebbe – prima o poi! – condurla all’apertura ai mercati e alla velocizzazione delle riforme finanziarie. E quindi, nonostante non si tratti di una scelta inattesa, i mercati sono rimasti ancora una volta spiazzati dalla mossa del Governatore Zhou Xiaochuan, che ha traghettato la moneta di Pechino al minimo da cinque anni a questa parte.

Sul perché i mercati guardino con attenzione a un’evoluzione che sembra comunque tracciata, vi è tanto da dire. A cominciare dal fatto che, sebbene sia noto che la svalutazione è ormai un dato di fatto, è mantenerla e gestirla a costare troppo, soprattutto in un contesto in cui i diversi scenari onshore e offshore risultano ancora ampiamente divergenti. Continue reading

Investire nelle azioni: sì nel 2016, ma con cautela

investire-azioni

Investire nelle azioni? Si grazie, soprattutto nel 2016. Almeno così la pensa chi ha risposto al recente sondaggio condotto da Natixis Global Asset Management, che ha interpellato un vasto campione di investitori istituzionali, scoprendo che la maggior parte di loro si attendono che le azioni saranno l’asset class con le performance migliori nel 2016, con l’equity globale che farà meglio di quello statunitense e dei mercati emergenti.

Una convinzione che si basa su diversi fattori, e che probabilmente è rafforzata, negli ultimi giorni, dall’emergente valutazione che l’incertezza politica nel mondo (il biennio sarà un anno di elezioni in diverse parti del mondo, in primis gli Stati Uniti) e la modifica dei tassi di interesse renderà i mercati volatili. Continue reading

Forex, al via la settimana del rialzo tassi Fed

img615738

Ha preso il via una delle settimane più importanti degli ultimi anni, in ambito Forex. Una settimana che riparte da dove avevamo lasciato il dollaro, venerdì scorso, con una flessione delle quotazioni ulteriormente penalizzata dai dati macro di chiusura, che per quanto positivi sono stati leggermente più bassi delle attese, e non hanno dunque aiutato le quotazioni della valuta verde in riferimento ai principali cambi con le controparti. Continue reading

Quantitative easing, Bce sempre più vicina al rafforzamento

bce

Si deciderà tutto la prossima settimana, ma l’evidenza è questa: dopo le minute pubblicate dalla Federal Reserve lo scorso mercoledì sera, in cui si apre esplicitamente la porta a un rialzo dei tassi di interesse di riferimento, pur non drastico, negli Stati Uniti da dicembre (ultima sessione utile, tra il 15 e il 16 dicembre), le minute del vertice della Bce del 22 ottobre hanno confermato il messaggio già annunciato da alcuni membri della Banca centrale: l’Istituto aumenterà gli stimoli nella riunione di dicembre, prevista per il 3 del mese. Continue reading

Dollaro sempre più forte, verbali FOMC decisivi per il rialzo?

dollaro

Il dollaro continua la sua crescita verso l’alto. La valuta statunitense ha infatti continuato a rafforzarsi, supportato principalmente dalla prospettiva che la Federal Reserve possa alzare i tassi il prossimo 16 dicembre. Una prospettiva sempre più “viva”, che tra poche ore potrebbe divenire qualcosa di più che una semplice speranza (o timore, a seconda di come la vediate). Continue reading

Investire nei diamanti, ecco perché potrebbe convenire

investire-diamanti

L’investimento in diamanti potrebbe essere uno degli impieghi più profittevoli del 2016. A patto, naturalmente, di seguire le opportune regole della diversificazione del proprio portafoglio, e non esagerare dunque con la concentrazione in un singolo asset, visto e considerato che (oro insegna, ma con evidenti divergenze che vedremo tra breve), il pericolo è pur sempre quello di andare incontro a trend di medio periodo piuttosto deludenti. Ma perché potrebbe realmente convenire un investimento in diamanti? Continue reading

Analisi cambio EUR/USD nello scenario post riunione BCE

bce1

Nella giornata di ieri il dollaro si è moderatamente rafforzato: la ragione non è tuttavia da ascriversi all’emersione di novità macro favorevoli dagli Stati Uniti, quanto a meri fattori tecnici che in buona parte sono riconducibili ad aggiustamenti sul cambio dell’euro in attesa della riunione BCE di ieri. Come era facilmente intuibile, considerato che nella riunione BCE il titolare dell’Eurotower, Mario Draghi, ha di fatto preannunciato il via libera di una nuova stagione di quantitative easing a dicembre, se la situazione non dovesse concretamente migliorare, a beneficiarne è stato il biglietto verde. Continue reading

Dollaro apre settimana debole: rimane incertezza su rialzo Fed

indicatori trading

Il dollaro ha aperto la nuova settimana di negoziazioni con un atteggiamento caratterizzato da una evidente debolezza, e portandosi dunque lievemente sotto i minimi raggiunti lo scorso venerdì. Come ben noto, e come più volte abbiamo ripetuto sul nostro sito, in questa fase dove permane incertezza sul timing del primo rialzo Federal Reserve, affinché il biglietto verde possa risalire è necessario che arrivino segnali molto positivi dai dati USA. Continue reading