Analisi cambio EUR/USD nello scenario post riunione BCE

Nella giornata di ieri il dollaro si è moderatamente rafforzato: la ragione non è tuttavia da ascriversi all’emersione di novità macro favorevoli dagli Stati Uniti, quanto a meri fattori tecnici che in buona parte sono riconducibili ad aggiustamenti sul cambio dell’euro in attesa della riunione BCE di ieri. Come era facilmente intuibile, considerato che nella riunione BCE il titolare dell’Eurotower, Mario Draghi, ha di fatto preannunciato il via libera di una nuova stagione di quantitative easing a dicembre, se la situazione non dovesse concretamente migliorare, a beneficiarne è stato il biglietto verde. Continue reading

Dollaro apre settimana debole: rimane incertezza su rialzo Fed

indicatori trading

Il dollaro ha aperto la nuova settimana di negoziazioni con un atteggiamento caratterizzato da una evidente debolezza, e portandosi dunque lievemente sotto i minimi raggiunti lo scorso venerdì. Come ben noto, e come più volte abbiamo ripetuto sul nostro sito, in questa fase dove permane incertezza sul timing del primo rialzo Federal Reserve, affinché il biglietto verde possa risalire è necessario che arrivino segnali molto positivi dai dati USA. Continue reading

Dollaro in ripresa, euro e sterlina in correzione

federal reserve

Dopo un avvio di settimana in flessione, il dollaro ha dimostrato di saper invertire la rotta, con una salita che potrebbe proseguire anche domani, a patto che i dati sul mercato del lavoro USA possano mostrare quell’ulteriore miglioramento che la Federal Reserve pone come condizione necessaria (anche se non sufficiente, come abbiamo visto in occasione dell’ultima riunione FOMC, dove a prevalere sono state le influenze esterne agli States) per poter procedere con il primo rialzo dei tassi. Continue reading