Nuova svalutazione per lo yuan, ora ai minimi dal 2011

oscillatori forex

La Banca centrale cinese ha ulteriormente svalutato lo yuan, proseguendo in una strategia che dovrebbe – prima o poi! – condurla all’apertura ai mercati e alla velocizzazione delle riforme finanziarie. E quindi, nonostante non si tratti di una scelta inattesa, i mercati sono rimasti ancora una volta spiazzati dalla mossa del Governatore Zhou Xiaochuan, che ha traghettato la moneta di Pechino al minimo da cinque anni a questa parte.

Sul perché i mercati guardino con attenzione a un’evoluzione che sembra comunque tracciata, vi è tanto da dire. A cominciare dal fatto che, sebbene sia noto che la svalutazione è ormai un dato di fatto, è mantenerla e gestirla a costare troppo, soprattutto in un contesto in cui i diversi scenari onshore e offshore risultano ancora ampiamente divergenti. Continue reading

Investire nelle azioni: sì nel 2016, ma con cautela

Investire nelle azioni? Si grazie, soprattutto nel 2016. Almeno così la pensa chi ha risposto al recente sondaggio condotto da Natixis Global Asset Management, che ha interpellato un vasto campione di investitori istituzionali, scoprendo che la maggior parte di loro si attendono che le azioni saranno l’asset class con le performance migliori nel 2016, con l’equity globale che farà meglio di quello statunitense e dei mercati emergenti.

Una convinzione che si basa su diversi fattori, e che probabilmente è rafforzata, negli ultimi giorni, dall’emergente valutazione che l’incertezza politica nel mondo (il biennio sarà un anno di elezioni in diverse parti del mondo, in primis gli Stati Uniti) e la modifica dei tassi di interesse renderà i mercati volatili. Continue reading